Camerr sesso dal vivo saliva


Ma trovo assurdo che le questioni internazionali, i rapporti tra Stati, le sanzioni, le rotture diplomatiche e le censure, vengano regolati sempre e solo da questa ideologia trans e biofoba, onnipervasiva.
Tra i teschi piumati del popolo Ifugao, uno sciamano ci ha raccontato coquine exhib fondoschiena cam perché Marlon Brando li volle tutti in quel film.
Senza voler scendere in dettagli hot, la pratica ha inizio con la perlustrazione della zona: ci si deve accertare, infatti, che il fantasia sesso ao vivo luogo in questione sia frequentato dalle categorie che si stanno cercando.
L'Omu arriva a censurare un'istituzione bimillenaria come la Chiesa sulla questione omo e sull'aborto, con la pretesa ideologica e invasiva di dettare pure alla fede i suoi canoni paranoically correct.Senza dimenticare le malattie a trasmissione sessuale.Ma in pole position ci sarebbe la Puglia, con Lecce detentrice del primato delle aree dove si pratica questa trasgressione. .Ma non vi pare di stare un po' esagerando con la questione omosessuale elevata a priorità planetaria?Ma come funziona il car sex?Esibizionisti e scambisti che vanno a caccia di luoghi allaperto dove si fa sesso on the road.Una volta individuati i compagni di trasgressione basta un incrocio di sguardi ammiccanti per dare il via al gioco.Per riconoscersi ci sono, poi, dei segnali inconfondibili: gli abbaglianti, le 4 frecce accese (sono quelle più gettonate) e cè anche chi adorna lo specchietto del lato guida con lustrini rossi o neri. Un fenomeno confermato anche dai giornalisti del portale pugliese Il Paese Nuovo, secondo i quali a Lecce il fenomeno sarebbe particolarmente presente sulla via del Mare, a pochi passi dallo stadio di calcio, ma anche nel piazzale della Motorizzazione, dove è normale assistere.Stavolta gli States hanno schierato non missili e testate nucleari ma lesbiche e omosessuali nel nome dell'omolatria violata.Si chiama car sex o car parking sex lultima moda in materia di trasgressione, puntualmente finita sotto i riflettori delle Iene su Italia 1, con Elena di Cioccio che, grazie al prezioso aiuto di Mario e Lucia, una coppia di finti scambisti, ha indagato regole.Lascio da parte il merito della questione, che peraltro riguarda, non dimentichiamolo, una piccola minoranza all'interno della minoranza omosessuale.La retorica organizzazione umanitaria, inefficace quando si tratta di risolvere le questioni legate ai diritti elementari della vita umana e della persona violata o di tutelare i cristiani massacrati nel mondo, getta benzina sul fuoco della Guerra fredda che si è riaperta tra Usa.
E che, nellera della tecnologia globale, hanno trovato in Internet un alleato preziosissimo capace di fornire ogni indicazione su un fenomeno che coinvolgerebbe addirittura oltre.400 aree di sosta in tutto lo Stivale, interessando più di 650 Comuni.
Se prima gli scambisti si trovavano soprattutto nei locali, ora le coppie trasgressive che cercano compagnia si trovano nei parcheggi.





La nuova frontiera dello scambio  di coppia sembra  essere davvero in macchina.
L'Onu, che meglio sarebbe ribattezzare Omu visto che non si occupa di nazioni ma di omosex, censura Stati e religioni sul mancato riconoscimento delle coppie omosessuali, sorvolando su banali incidenti come regimi dispotici e sanguinari, genocidi su base etnica o religiosa e pena di morte.
Sarebbero circa 150mila gli habituè, soprattutto in Lombardia, Sicilia, Campania,  Calabria e Lazio.

[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap